Articoli, Strategie, Suggerimenti

10 cose basilari da sapere per il tuo negozio su Facebook

Stai cominciando ora a lavorare con il tuo negozio su Facebook? Ecco 10 cose che devi assolutamente sapere prima di iniziare.

  1. Facebook può vantare oltre 2 miliardi di utenti attivi, dove per “attivi” si intende un uso abbastanza costante, quasi quotidiano. Una platea di tutto rispetto, un pubblico enorme per la tua attività. Il problema chiaramente è raggiungere il maggior numero possibile di clienti.
  2. L’approccio con cui si usa Facebook è “generalista” per la grande maggioranza degli utenti. Ovvero: si leggono notizie, meglio se pettegolezzi, si spiano le foto degli amici, si condividono video virali, meglio se con cuccioli, si leggono post o articoli degli argomenti che più ci interessano. Questo aspetto va tenuto ben presente quando si creano i post o comunque i contenuti che finiscono sul Facebook aziendale.
  3. Su Facebook ci sono tutti, ma proprio tutti, e le interazioni seguono lo schema della chiacchierata al bar, con la differenza che una cosa detta sul social media non viene ascoltata solo da 4 persone ma da centinaia. E’ quindi importante ponderare bene ogni pubblicazione, specialmente quando è in ballo la brand reputation della propria azienda.
  4. Il profilo e la pagina aziendale sono due cose ben diverse. Il profilo è privato, cioè riferito a una persona con un nome e cognome. La pagina è di un’azienda, di un’associazione, di un VIP e via dicendo. Il profilo personale può essere usato come si crede ma la pagina aziendale va amministrata nell’ottica del bene dell’azienda. Un esempio per tutti, una persona può essere timida e riservata e riflettere questo nel suo profilo. Un’azienda no, un negozio deve raggiungere tutti ed essere accessibile a tutti. Questo comporta anche il relazionarsi con tutti, perché, ricordiamocelo, un social media è social proprio perché si socializza.
  5. I post che puoi pubblicare sono contenuti. Questi contenuti a seconda dei casi possono essere frasi, articoli, immagini o video (anche in diretta). La pubblicazione dei contenuti sulla tua pagina aziendale deve seguire una logica di marketing, una strategia finalizzata agli obiettivi che ti sei prefissato (numero di fan, like, conversioni).
  6. Usa le liste nel tuo profilo personale: puoi essere più o meno professionale scegliendo tu a chi mostrare i tuoi contenuti. Dividi i contatti personali da quelli lavorativi tramite le liste, fallo anche solo per la tua privacy.
  7. La pagina aziendale ti permette di usufruire di una serie di operazioni non consentite al profilo. In particolare sono fondamentali:
    – la sezione “Insights” che ti fornisce analytics costanti sull’andamento della pagina, il gradimento dei tuoi post, quelli che hanno ricevuto più interazioni, gli orari di pubblicazione ottimali ecc.
    – le Facebook Ads, ovvero la pubblicità. Una pubblicità molto utile e performante perché ti permette di programmare quali post sponsorizzare o se sponsorizzare solo la pagina, perché ti permette di scegliere nel dettaglio il target della pubblicità. Ad esempio puoi programmare che il tuo post sugli sconti speciali di fine stagione possa essere visto da donne, con la passione per il fashion, di età compresa tra i 20 e i 40 anni, abitanti nella tua provincia, e così via.
  8. La visibilità dei tuoi post è regolata da un algoritmo il cui segreto è tra i meglio conservati al mondo. In pratica non necessariamente i fan della tua pagina vedranno ogni post che pubblicherai. L’algoritmo propone alle persone tutti quei contenuti che ritiene possano interessare. Quando una persona interagisce molto con una pagina (mette like, commenta, condivide) l’algoritmo tenderà a mostrargli sempre più contenuti di quella pagina. Per questa ragione più del numero di like alla pagina devono interessarti le interazioni coi suoi post.
  9. L’unico modo di sfuggire alle regole dell’algoritmo è investire in pubblicità. Come detto sopra, le Facebook Ads hanno il pregio indiscutibile di essere specifiche, customizzabili, ma soprattutto costano molto meno di tutte le altre forme di pubblicità tradizionali.
  10. Tutti possono usare Facebook, ma non tutti lo sanno usare bene. Soprattutto tra le aziende. L’unico modo di “riuscire” è dedicarcisi con coerenza e costanza. E imparare dai più bravi.
    Come dice il maestro zen “Ogni giorno sarà più facile, il difficile sarà farlo ogni giorno

Ricevi consigli dai nostri esperti via email.

Gratuito, disicrizione immediata con un click.