Articoli, Business

2017: l’eCommerce in Europa

Finisce l’anno e vengono pubblicati i primi bilanci sull’eCommerce: il 2017 è stato un anno di crescita in Italia e in Europa, ma siamo solo all’inizio.

L’Europa preferisce pagare con la carta di credito. Questo è il dato che colpisce subito avendo una visione generale di come è andata il 2017 nell’eCommerce. La carta di credito è infatti il metodo di pagamento più utilizzato (54%), seguito dalla carta di debito, PayPal, contrassegno e bonifico.

È un dato interessante se si pensa che le statistiche descrivono l’Europa come la regione in cui l’eCommerce ha maggiore rilevanza sul PIL. Qui infatti il settore del commercio elettronico rappresenta il 4,91% del PIL. La locomotiva è trainata dal Regno Unito che con un incidenza del 7,9% sul proprio PIL si dimostra il paese con la maggiore apertura culturale alla dimensione digitale.

In Europa il 58% degli utenti del web è ormai abituato a comprare online, in crescita costante. Ma il dato è ancora distante dal 70% che si registra in Nord America. Tra tutti coloro che hanno effettuato acquisti in rete, più della metà ha comprato da mobile (smartphone o tablet). Il 22% utilizza abitualmente un device mobile e la percezione della user experience in questo campo è soddisfacente rispetto agli altri device nella maggior parte dei casi.

In Europa il valore dell’eCommerce è pari a 400 miliardi di euro nel 2017 e il fatturato dell’eCommerce B2C è in costante crescita. Questa classifica a livello mondiale è ovviamente guidata dalla Cina. Invece il mercato che registra il più rapido aumento è l’Australia con un tasso di crescita del 40% segue la Turchia con il 31%, Italia e Spagna rispettivamente con il 26% e 25%.

L’Europa detiene comunque il più alto tasso complessivo di penetrazione internet, potendo vantare un 80% di popolazione che utilizza abitualmente internet. In testa ai singoli paesi, come prevedibile, il Regno Unito.


La Global Ecommerce Association stima che in Europa la crescita del settore si attesti al 19% per il 2017. Solo per l’Asia si prevede una crescita superiore, ma da noi il boom dell’eCommerce è solo all’inizio. L’eCommerce resta comunque in crescita in tutto il mondo con tassi che variano dall’1,49% al 39%.

Tra i dati emersi nella ricerca di GEA si registra come le prestazioni logistiche differiscono significativamente tra i vari Paesi. La Germania si attesta al primo posto per efficienza del processo di sdoganamento, qualità delle infrastrutture commerciali e dei trasporti e della logistica, prima di Regno Unito e USA. Ultima in classifica la Russia.

Ricevi consigli dai nostri esperti via email.

Gratuito, disicrizione immediata con un click.