Articoli, Marketing, Strategie, Suggerimenti

Cattura la fiducia dei clienti. Il meccanismo della social proof

Cos’è la fiducia nel vendere online? Si può spiegare così.

Posso fidarmi di te? Se posso fidarmi di te, condividerò un piccolo segreto con te. Voglio comprare da te! Naturalmente, se non posso fidarmi della tua attività, comprerò da una società che mi mostra che posso fidarmi di loro più di te.

Questa è il pensiero subconscio dei tuoi clienti mentre visitano il tuo sito web e decidono dove spendere il loro stipendio faticosamente guadagnato.

È più difficile che mai guadagnare la fiducia di un cliente potenziale e la concorrenza sul web sta diventando sempre più intensa. L’imprenditore è una specie di nuova popstar, per sfondare, deve diventare popolare sul web, diventare virale, farsi apprezzare per i suoi prodotti e servizi da un sempre maggiore numero di persone. Di conseguenza, le nuove aziende aprono ogni giorno le loro porte e cercano di sottrarti i clienti.

Con una tale feroce concorrenza, come ci si distingue in un mercato competitivo? Una strategia chiave è quella di concentrarsi sul servizio e di conseguenza sfruttare il potere della social proof, attraverso l’implementazione di un sistema di marketing fondato sulla reputazione della tua azienda.

Secondo Robert Cialdini, autore di manuali di successo sul webmarketing, la social proof è uno degli elementi critici per creare influenza e fiducia nelle menti dei potenziali clienti. Come esempi di social annoveriamo recensioni online, considerazioni su forum specializzati e testimonianze sui social media.

Pensaci. Quando hai bisogno di prendere una decisione di acquisto importante, leggi e valuti le recensioni prima dell’acquisto? Se sei come la maggior parte delle persone, lo fai. In questo mondo veloce, le persone utilizzano recensioni e testimonianze per aiutarsi rapidamente a prendere decisioni e impedirsi di commettere errori costosi.

E’ chiaro quindi come la social proof sia uno strumento molto importante per le aziende (piccole o grandi che siano, non importa), ma anche per le persone e i professionisti in ottica dipersonal branding.

I modi per alimentare la nostra social proof sono molti, gli elementi fondamentali li possiamo riassumere così:

  • numero di fan/follower/ a seconda della piattaforma social utilizzata
  • numeri “reali” (X mila clienti soddisfatti…)
  • testimonianze di clienti
  • ratings e recensioni
  • articoli in cui siamo menzionati (magari evitare i pubbliredazionali…)
  • qualcosa detto da un VIP a nostro favore (influencer marketing)

La testimonianza di un cliente è la più semplice e diretta, ma anche la meno controllabile da parte del brand: il consumatore, infatti, può lasciare una recensione sia positiva che negativa della sua esperienza.

L’importante per l’azienda oggetto della review negativa è mai cancellare il commento o attaccare in malo modo l’utente, ma capire la natura del problema e cercare una possibile soluzione insieme al consumatore insoddisfatto.

Infine focalizza l’attenzione sulla friends social proof. Questa variante non si riferisce agli amici nel mondo reale, ma a quelli presenti in quello social: ovvero, questo tipo di social proof si avvale degli algoritmi delle piattaforme come Facebook e Twitter che consigliano di interagire con i contenuti e i profili che i tuoi contatti stanno già seguendo.

Può sembrare una social proof poco interessante, ma è provato che circa il 16% dei nuovi followers deriva proprio da questo tipo di suggerimenti.

 

Ricevi consigli dai nostri esperti via email.

Gratuito, disicrizione immediata con un click.