Articoli, Business

I piccoli negozi invadono il commercio online

Il dato più evidente è che i piccoli negozi si stanno muovendo. La Camera di Commercio di Milano ha pubblicato una relazione molto interessante sull’universo eCommerce e in generale sul vendere online in Italia nel 2017. Aumentano le imprese che propongono nuove forme d’acquisto online, segno che i commercianti stanno progressivamente comprendendo il cambiamento epocale delle abitudini dei consumatori.

Questo significa infatti che sempre più clienti stanno adottando un nuovo stile di acquisto che prevede la possibilità di comprare un prodotto in qualsiasi momento della giornata e poterne comparare prezzo e caratteristiche con un semplice click.

Le città dove si è attivato il maggior numero di imprese del settore online sono Torino (309) Milano (370) e in testa Roma (422). Ma il trend vale per tutta Italia ne è prova Taranto (+ 44,8%), ma anche Bari (+ 13,6%) o Treviso (+ 10,2%). A livello nazionale parliamo di un trend in aumento del 118% negli ultimi sei anni.

L’evoluzione tecnologica e le nuove esigenze dei consumatori porteranno il settore del commercio ad evolversi sempre più, probabilmente in modi che ora non riusciamo nemmeno a immaginare, e chi opera in questo settore non potrà fare altro che adeguarsi.

Ma come? Crearsi un sito eCommerce non è una cosa difficile. Viceversa è difficile gestire il proprio eCommerce, aggiornarlo, curare la logistica delle vendite e seguire le procedure di pagamento.

Proprio qui sta la differenza tra chi mette la propria merce in vendita online e chi vende online. I piccoli negozi che non hanno tempo libero da investire nell’eCommerce devono dotarsi di uno strumento che consenta loro di gestire la maggioranza di queste operazioni in automatico, in modo da poter dedicarsi nella cosa che sanno fare meglio: servire e consigliare il cliente.

Ricevi consigli dai nostri esperti via email.

Gratuito, disicrizione immediata con un click.