Articoli, Strategie, Tutorial

7 sbagli da non fare su Facebook

Ecco una lista dei 7 sbagli su Facebook più comuni e più gravi che non devi fare con la tua azienda.

1. Imi tare i concorrenti

E’ meglio fallire nell’originalità che avere successo nell’imitazione.

E’ sempre meglio essere originali. Gli esperti di marketing dicono che provare ad essere qualcosa di diverso da stesso ti porta a perdere e anche velocemente. E’ difficile apportare delle vere novità. Non c’è quasi nulla di veramente nuovo. Ma anche solo aggiungere la propria visione, intuizione ed esperienza è qualcosa in più. Aggiungere il contesto ai tuoi contenuti ti differenzia. Copiare in tutto e per tutto i tuoi concorrenti ti fa sembrare decisamente poco originale. Diventi uno dei tanti e viene a mancare tutto ciò che può farti risaltare. Senza contare i rischi che comporta il copiare.
Per evitare questo prenditi il tempo per scegliere cosa pubblicare, sia di scritto che di immagini, e fai in modo che i tuoi post attraggano l’attenzione sul tuo brand. Lo scopo del postare con finalità commerciali è far diventare la tua pagina un riferimento per i clienti. Per questo motivo devi avere toni e messaggi interessanti. Guardare ai propri concorrenti, comprendere quale è il loro approccio ai social, soprattutto se avete un target simile, è fondamentale. Prendere ispirazione è diverso da copiare e potrebbe essere efficace se ti migliora.

2. Deludere i fan

Un negoziante esperto sa che un cliente soddisfatto sarà felice di tornare. Non solo potrebbe persino raccomandare la tua pagina Facebook, espandendo la tua base. Uno dei sistemi più efficaci per soddisfare i tuoi clienti è dimostrarsi disponibile ad ascoltare ed essere veloci nel rispondere alle problematiche presentate. Nelle risposte devi essere onesto e gentile. I clienti saranno lieti e attenti alle tue risposte. Un customer service serio costruisce la reputazione della tua azienda e contribuisce a far crescere la tua base, il passaparola a proposito di un servizio rassicurante è un’ottima pubblicità.

3. Usare una pagina profilo come una pagina aziendale

La pagina del profilo privato è del tutto inadatta. Innanzitutto usarla a fini commerciali è una violazione delle regole di Facebook in cui viene detto esplicitamente che non ti è permesso fare business attraverso al tua pagina personale. In secondo luogo la pagina profilo non ha tutta una serie di vantaggi che la pagina aziendale ti mette a disposizione. Ad esempio:

  • una pagina profilo può avere un massimo di 5000 connessioni. Le pagine aziendali sono illimitate.

  • Le pagini aziendali ti mettono a disposizione strumenti come Facebook ads, analytics e altre applicazioni proprie della concezione commerciale.

  • Nelle pagine aziendali è possibile apporre una Call to action.

4. Postare contenuti a random

La strategia basilare su come si usano i social media a fini commerciali è fondata su contenuti interessanti e costanza di pubblicazione. Non è sufficiente creare una pagina Facebook, non funziona da sola! In condizioni ottimali deve essere postato un contenuto interessante al giorno. Un buon sistema per organizzarsi è fissarsi degli obiettivi realistici: 1 post al giorno, 1 ogni due giorni, 1 alla settimana. Rendere importante il post che pubblichi significa farlo diventare un appuntamento per i tuoi visitatori abituali. Questo ragionamento include i post che presentano i tuoi prodotti.

5. Non confrontarsi coi numeri

Avere una strategia per i social media, pubblicare con coerenza e costanza contenuti veramente validi non serve a nulla di per sé se non ci rendiamo conto del riscontro che hanno nel nostro pubblico. Ovviamente quello che ci interessa non è solo il numero di like che riceve un post o il numero di nuovi arrivi sulla pagina. Tutto il lavoro che dedichiamo alla cura dei social è finalizzato a veicolare il traffico verso il nostro eCommerce e quindi a vendere i nostri prodotti. Per questo motivo è fondamentale tenere sotto controllo tutti i dati a nostra disposizione, da quelli che ci può fornire Facebook a quelli che fornisce Google. Esistono diversi tool che possono aiutare in questo compito e indicare una strada da seguire. Uno di questi è sicuramente TrueSocialMetrics.

6. Condividere cose a caso

Per diventare un riferimento per la tua community è utile condividere contenuti interessanti, educativi o informativi in qualche modo legati al tuo settore. E’ un modo anche per dimostrare le tue caratteristiche di esperto in materia. La sfida per te diventa cosa condividere. Puntando a qualcosa che stimoli il tuo pubblico, possibilmente non solo a ottenere like. L’obiettivo è sempre coinvolgere. Sui social i grandi risultati si fanno superando i limiti della propria nicchia. Condividere qualcosa che accenda una fruttuosa discussione è un ottimo modo per rendere “virale” il post e quindi farti conoscere.

7. Non cercare nella giusta direzione

La tua deve essere una pagina aziendale, non un profilo personale. La tua pagina non deve necessariamente piacere ai tuoi amici, ma deve piacere a chi apprezza i tuoi prodotti o pagine simili. Questa deve essere la direzione in cui cercare di allargare il proprio pubblico. Il modo più semplice per raggiungere persone di questo genere è cercare pagine simili alla tua.

Innanzitutto cerca le pagine simili alla tua che sono apprezzate già dai tuoi fan. Per essere più specifico cerca quelle che sono nella tua città o comunque nel tuo circondario. Puoi usare tool gratuiti per cercare pagine simili alla tua, o che appartengono alla tua nicchia di mercato.

A questo punto interagisci con queste pagine. Commenta i loro contenuti, condividili quando è sensato, diventa un membro attivo della loro community. Questo tipo di azione ti permette di essere notato dalle persone “giuste” per conseguire il tuo scopo.

In conclusione, Facebook può essere molto utile per veicolare traffico al proprio eCommerce. Ci sono molti modi di usarlo per ottenerne vantaggi. Molti altri hanno effetti potenzialmente negativi o del tutto devastanti. Se vuoi cogliere l’attimo e aumentare i benefici che Facebook può dare al tuo eCommerce, puoi adottare qualche piccolo e semplice e accorgimento per evitare gli errori più gravi.

Ricevi consigli dai nostri esperti via email.

Gratuito, disicrizione immediata con un click.