Articoli, Business, Strategie

I trend previsti per il 2018

Il 2017 ha visto il consolidarsi dell’eCommerce, il fiorire dell’uso dei chatbot e il nascere del fenomeno del “conversational commerce”, cosa possiamo aspettarci per il 2018? Quali saranno i trend?

  1. ECOMMERCE IN ESPANSIONE Sempre più persone provano la comodità degli acquisti via web e ne è prova il fatturato complessivo del settore, in costante crescita. Per i negozi e le boutique avere anche una dimensione online non è più un’opzione da valutare, ma una necessità.
  2. OMNICANALITA’ Prenderà piede la tendenza di far coesistere il negozio online con quello offline. Questo per poter offrire ai clienti una customer experience sempre più accurata e “vicina”. La parola d’ordine del futuro, su cui si giocherà la guerra coi colossi, sarà “servizio”. Il negozio dovrà integrare tutti i canali a disposizione per raggiungere e soddisfare il cliente.
  3. SCOPERTA DEL PRODOTTO Sempre più utenti (si stima un 85%) cercheranno sul web un oggetto prima di effettuare l’acquisto (online o offline), il che evidenzia come la politica di mostrare i prezzi sia importante. I consumatori compareranno sempre il prezzo dell’articolo.
  4. MOBILE Il 50% degli acquisti del 2018 saranno effettuati da mobile. Gli smartphone saranno sempre più protagonisti del cambiamento del commercio. Questo significa che bisogna avere dei siti, dei canali e delle app mobile friendly. L’accessibilità del negozio da smartphone deve essere perfetta. Il Mobile Commerce incrementerà le vendite totali di tutto l’eCommerce perché le persone potranno fare acquisti ovunque si trovino – non solo a casa o in ufficio con i loro computer.
  5. CUSTOMER EXPERIENCE PERSONALIZZATA Come già ci siamo resi conto l’anno scorso, i grandi colossi si dirigono a offrire ai propri clienti un servizio e promozioni sempre più settati sul loro gusto e sulle loro passioni. E’ una strategia utilizzabile anche dai negozi, occorre semplicemente tenere un archivio delle informazioni che si ottengono dai propri clienti online. Con Airshop si può sfruttare la chat, sia per dedurre i gusti del cliente, sia per contattarlo in modo più diretto e informale.
  6. FACEBOOK TARGETING Nel 2018 vedremo il consolidarsi del nuovo modo di fare advertising, attraverso il targeting e gli annunci dinamici. È essenziale profilare la propria community e Facebook consente di selezionarla manualmente in base a età e luogo, permettendo di caricare la propria lista di contatti per connettersi con i propri clienti. Facebook consente l’utilizzo delle informazioni dei propri utenti per individuare audience con caratteristiche simili. Gli annunci dinamici consentono di mostrare solo prodotti che i potenziali clienti hanno già guardato, consigliando loro anche prodotti simili o correlati, con la possibilità di indirizzare gli utenti su tutti i propri dispositivi.

In Italia sulla comprensione di molti di questi fenomeni siamo ancora indietro. Ad esempio il piccolo rivenditore preferisce ancora le piattaforme proprietarie, magari su server con alti costi di gestione e con alto livello di customizzazione e conseguenti costi iniziali. Il trend del 2018 sarà scoprire le piattaforme SaaS (come Airshop) come soluzione eCommerce per piccoli e medi commercianti che hanno l’esigenza di partire subito a vendere online con costi certi.

Ricevi consigli dai nostri esperti via email.

Gratuito, disicrizione immediata con un click.